Crea sito

ULTIM’ORA: Chiudono distributori di benzina in tutta Italia, causa Coronavirus

Una nota diffusa da Faib, Fegica, Figisc/Anisa e riportata dall’Ansa ha annunciato la chiusura degli impianti di rifornimento di benzina in seguito all’emergenza Covid-19 e alla conseguente riduzione degli spostamenti.

Nella nota si legge: “Noi, da soli, non siamo più nelle condizioni di assicurare né sicurezza sanitaria, né la sostenibilità economica del servizio. Di conseguenza gli impianti di rifornimento carburanti semplicemente cominceranno a chiudere“.

“Da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via, tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria”.

Faib, Fegica e Figisc/Anisa: “Correremo il rischio, ma davvero non abbiamo né voglia, né la forza per spiegare o convincere delle solari ragioni che ci sostengono.

Chi volesse approfondire può chiedere conto a Governo, concessionari autostradali, compagnie petrolifere.

Le tre sigle hanno dichiarato congiuntamente: “100.000 persone hanno continuato a fare il loro lavoro a rischio e mettendo in pericolo la propria salute.

Noi non siamo certo eroi, né angeli custodi. Ma nessuno può pensare di continuare a trattarci da schiavi, né da martiri”, hanno chiosato i lavoratori.

La nota si conclude: “Siamo persone con famiglie da proteggere e a cui non può essere scaricato addosso l’intero carico di altri soggetti.